Se non avete mai fatto un viaggio in Ungheria la città più bella da visitare è la sua capitale, Budapest, maggiore città ungherese nata ufficialmente nel 1873 dall’unione di Buda e Óbuda, sulla sponda occidentale del Danubio, con la città di Pest, situata sulla sponda orientale del fiume. Metropoli magica, ricca di storia e cultura, Budapest è ricca di palazzi antichi e musei da mozzare il fiato ed è considerata dall’Euromonitor International come la 25ma città più visitata del mondo.

Una delle meraviglie che la città offre è il Parlamento, simbolo di Budapest e situato sulla sponda del Danubio dalla parte di Pest. Esempio di architettura neogotica mista a quella neobarocca, il Parlamento è formato da numerosi cortili e da più di 30 ingressi. L’edificio è stato progettato dall’architetto Steindl ispiratosi al palazzo di Westminster, al Parlamento di Londra e al Duomo di Colonia. Anche il Castello di Buda, storica dimora dei re ungheresi a Budapest, è meta ambita da numerosi turisti. Costruito sul lato sud della collina, il castello è direttamente collegato a piazza Adam Clark ed al ponte delle Catene.

Budapest, però, è una città che offre anche incredibili spazi naturali e d’arte che si possono visitare in tutta libertà. Il Memento Park, per esempio, che si trova a 10 chilometri a sud del centro di Budapest, custodisce statue e monumenti dell’epoca comunista, tra cui statue di Marx, Lenin, Stalin e Béla Kun  tolte dalle piazze e dai luoghi pubblici di Budapest qualche anno dopo la caduta del sistema socialista. Anche il Museo di Belle Arti, considerato tra i musei più ricchi del mondo, è una delle tappe fondamentali del vostro weekend a Budapest. L’edificio possiede opere di Tiepolo, El Greco, Velázquez, van Dyck, Goya, Leonardo, Raffaello, Van Gogh, Cézanne, Renoir e Toulouse-Lautrec. Per gli appassionati di musica, invece, la capitale ungherese ospita in un museo una delle più grandi collezioni di strumenti di epoche diverse, tra cui quelli tipici della nazione, accompagnati da dipinti e disegni d’epoca a soggetto musicale.

photo credit: szeke via photopin cc