La festa della mamma è sempre più vicina. Ecco alcuni suggerimenti per trascorrere con lei in modo originale e divertente il giorno a lei dedicato.

Per le mamme che amano i mercatini domenica 8 maggio il Castello di Gropparello (PC) abbassa il ponte levatoio su un universo reale e immaginario al tempo stesso: il Mercato Medievale, che trasporta i suoi banchi e le sue tradizioni tra le mura del maniero sulle colline piacentine. La chiassosa atmosfera della compravendita di merci e servizi caratteristica delle giornate in cui dalle campagne e dai borghi confluivano a corte i commercianti di ogni genere rivive e rimbomba ancora a ridosso delle antiche pareti oltre il ponte levatoio, dove fabbri, fioraie, tessitrici, scalpellini, lavandaie, candelaie e perfino venditori di indulgenze andranno in cerca di nuovi “apprendisti” da istruire e introdurre nel complesso mondo delle arti. A partire dalle ore 10 i battenti apriranno per tutti i curiosi, grandi e piccini, che vorranno immergersi nelle atmosfere del commercio e della tradizione artigianale, guidati da attori e figuranti che coi loro banchetti mostreranno i costumi, i gesti e i materiali utilizzati un tempo, coinvolgendo il pubblico in prima persona. Tutte le attività artigianali presenti tra i banchi sono infatti esperienziali. Il che significa che - dalla tessitura alla scultura della pietra, dal macramè alla cardatura e filatura della lana – piccoli e grandi si possono cimentare con esse. Seduti sul trono, il Re e la Regina contempleranno la serenità del giorno di festa ed attenderanno gli avventurosi ospiti per condurli nel vastissimo Regno della Fantasia, fra scorribande reali e immaginarie, fino a quando i piccoli guerrieri, guidati dal Cavaliere, assoldati con urgenza, si troveranno a dover difendere la Corte dagli attacchi di forze esterne che minacciano il castello, proprio mentre gli ignari genitori passeggiano tranquillamente tra i banchi e le botteghe del mercato. Il prezzo, comprensivo della visita al Parco delle Fiabedell’avventura in costume e della visita al Castello, è di 19 euro per gli adulti e di 15,50 euro per i bambini. Ultimo ingresso alle ore 17.30.

Per tutte le mamme golose, invece, ci pensa HappyMama, il laboratorio di Barco di Bibbiano (RE) che confeziona piccole grandi emozioni:marmellate, composte e salse da contorno dolci o salate. Per le mamma dall’anima dolce niente di meglio che “Cuore di Marmellata”, la confezione che comprende 4 vasetti da 314 grammi con confettura di Fragola, Pera e Cioccolata, Ciliegia, Fichi (32 euro). Invece le amanti del salato non potranno resistere a “Contorno Delizia”, che comprende 4 vasetti da 212 grammi con Nettare di Porri, Cipolline al Balsamico, Giardiniera fine e Composta Rossa Piccante (28 euro). Costo di spedizione 6 euro. A guardarle da fuori, le confetture di HappyMama son proprio come una volta: con le etichette a pallini e una signora anni Cinquanta incollate sul vetro, il cappuccio in stoffa con un nastrino lezioso, i colori naturali della frutta e delle verdure. Dentro, però, c’è un controllo effettuato con tecnologie moderne, e materie prime scelte personalmente a chilometro zero, portate dal contadino, lavorate e stoccate immediatamente dopo la raccolta per conservarne intatti profumi e sapori, senza conservanti, addensanti, pectine o additivi.

Per le mamme che hanno il pollice verde, invece, un maestro come lo chef stellato Massimo Spigaroli ha creato un orto vario e bello intorno al relais Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), ormai tanto celebre quanto il culatello. Vero esperto e difensore del cibo a “metro zero”, Spigaroli apre il suo giardino di verdure per insegnare a seminare, coltivare e cucinare gli ortaggi: si chiama “I Segreti dell’Orto”, sono quattro appuntamenti sino ad ottobre 2016, e ogni volta ci si porta a casa anche una cassetta con le primizie della produzione dell’Antica Corte Pallavicina. Le lezioni, a prenotazione obbligatoria, durano 3 ore ciascuna e costano 60 euro l’una. È richiesto un minimo di 4 partecipanti ed è anche possibile pernottare: il pacchetto che comprende corso, pernottamento in camera Superior, colazione e cena al ristorante con stella Michelin – bevande escluse – a partire da 230 euro a persona.

Non poteva mancare un’idea per il mare. All’estremo sud della Sardegna, c’è una punta di mare più volte eletta dai registi come set ideale: è la spiaggia di Su Giudeu. Con acque dai fondali ricchi di pesci eccellenti per lo snorkeling, sembra Caribe,  ma è orgogliosamente (e comodamente) Italia. In questo scenario sorge l’Hotel Aquadulci di Chia (CA) che guarda Su Giudeu luccicare e le dune sabbiose mutare forma. Il giardino, di essenze mediterranee e palme appena spettinate dal vento, ospita una piscina dai bordi sinuosi che ricordano le coste sarde, incantevole luogo in cui servirsi un aperitivo prolunga la giornata sino al tramonto. Per poi continuare a viverla nelle suite dal design contemporaneo, pensate nei toni del bianco e del beige, con grandi terrazze che sono come cannocchiali puntati verso il mare, angoli privilegiati dai quali dominare da capitani le onde tranquille della vacanza. La tenace e continua messa in pratica della filosofia dello star bene tocca il proprio zenit a tavola. La cucina del ristorante Aquadulci è improntata sul territorio e offre agli ospiti un’ampia scelta di raffinate portate a chilometro zero. Dal 7 a 20 maggio 2016 prezzo speciale a partire da 75 euro per persona in mezza pensione. I bambini fino a 3 anni hanno il pernottamento gratuito (vitto extra). Dai 4 agli 11 anni lo sconto del 50% sul pernottamento (vitto extra).