L’Egitto è una le mete più sognate per le trascorrere le vacanze di Natale all’estero e tra le tante località turistiche Sharm el Sheikh è quella che maggiormente richiama turisti da tutto il mondo che vogliono concedersi un viaggio all’insegna del mare, del sole e della natura. Proprio in occasione della fine dell’anno i tour operator hanno messo a disposizione numerosi pacchetti vacanza con i quali si potrà risparmiare notevolmente sul costo totale della vacanza per poter vivere un soggiorno di almeno 6 notti nella magica atmosfera di Sharm.

Grazie al suo clima temperato e perfetto per trascorrere i mesi invernali in riva al mare, Sharm el Sheikh è la capitale turistica maggiormente ambita sul siti di prenotazioni online. Ecco perché i più importanti motori di ricerca hanno voluto proporre alcune alternative che non solo comprendono il volo di andata e ritorno ma anche dei soggiorni nei più bei resort e villaggi turistici della zona. Con prezzi che vanno dai 1.456 euro con pernottamento e prima colazione, per arrivare a 1.917 euro per una vacanza all inclusive, sarà possibile alloggiare in strutture 5 stelle degne di un vero sultano. Diminuendo, invece, il grado di lussuosità degli alberghi proposti, alcune offerte comprendono voli e pernottamenti di 6 notti a partire da 562 euro a persona.

Grazie a queste strepitose offerte di Natale, chiunque potrà godersi una vacanza da sogno sul Mar Rosso. Sharm el Sheikh in particolare risulta ancora oggi il luogo perfetto sia in termini di clima che di attività e paesaggio. Grazie al cambiamento climatico che investe le giornate, il sole del mattino sarò abbastanza caldo da poter trascorrere qualche ora in riva al mare, mentre la frescura che sopraggiunge di sera permette di poter fare passeggiate al chiaro di luna in spiaggia o nelle vie dei negozi. Tante anche le escursioni subacquee che si possono realizzare anche durante il periodo invernale, ma gli stessi villaggi turistici sono completi di magnifiche alternative alla spiaggia come le Spa, i centri benessere e i ristoranti.

Foto: Philippe Clabots via photopin cc